Published On: Novembre 23rd, 20223,2 min read316 wordsViews: 121Tags: , , , , , , ,
Published On: Novembre 23rd, 20223,2 min read316 wordsViews: 121Tags: , , , , , , ,

Domenica 20 novembre i Bears Flag Football di Alessandria hanno ospitato al Centro Don Bosco di corso Acqui i Pirates Savona e Panthers Parma per un torneo della categoria under 13, cui è seguito nel pomeriggio la sfida tra le formazioni senior femminili delle Arciere Asti e le Daemons di Cernusco. Di seguito la notizia apparsa sul sito RadioGold.

***

Domenica i Bears Flag Football di Alessandria hanno ospitato al Centro Don Bosco di corso Acqui i Pirates Savona e Panthers Parma per un torneo della categoria under 13, cui è seguito nel pomeriggio la sfida tra le formazioni senior femminili delle Arciere Asti e le Daemons di Cernusco.

Al di là dei risultati (il torneo Under 13 è stato vinto conquistato dai Panthers Parma, mentre nel pomeriggio le Daemons si sono imposte sulle avversarie astigiane) il torneo è stata occasione per dare risalto alla attività dell’ASD Don Bosco che da qualche anno affianca alla pratica calcistica per cui è ben noto da anni (con più di 270 tesserati) altre discipline quali il flag football, per un totale di altri 70 tesserati.

“L’educazione sportiva delle nuove generazioni è una parte importante delle attenzioni dell’amministrazione comunale”

ha sottolineato l’assessora Vittoria Oneto

“Lo sport è un terreno di prova e di sviluppo di competenze sociali e personali fondamentali per i nostri ragazzi. Gli sport erroneamente detti minori, come il flag football, hanno anche permesso di considerare ordinario che le categorie giovanili prevedano la formazione di squadre miste: è una opportunità per sviluppare anche attraverso la quotidianità sportiva la cultura del rispetto reciproco e delle pari opportunità”.

Don Roberto Gorgerino, incaricato delle attività educative e oratoriane del Centro don Bosco ha sottolineato come

“Lo sport è un’occasione di crescita per i ragazzi, li completa, li educa al rispetto delle regole e dell’altro. E’ uno strumento essenziale nell’applicazione del sistema preventivo salesiano, che offre spazi – sempre più spesso carenti nelle nostre città – di crescita relazionale positiva”.